Giovanni Vincenzi

Giovanni Vincenzi

Giovanni Vincenzi

Giovanni Vincenzi (Livorno, 23 giugno 1905 – Milano, 11 marzo 1970) è stato un calciatore italiano, di ruolo terzino destro.
Terzino, crebbe nelle giovanili del Livorno con cui nella prima metà degli anni venti esordì in Prima Divisione, l’allora massimo livello del campionato italiano. Nel 1927 passò al Torino, con cui vinse uno scudetto, e nel 1929 si trasferì al Napoli, dove rimase per 6 stagioni collezionando 169 presenze, tutte in Serie A.

9 febbraio 1930 – In panchina con l’Italia a Roma contro la Svizzera
20 aprile 1930 – L’elogio di Vittorio Pozzo
Il Littoriale del 5 agosto 1932 riferisce dell’attività imprenditoriale intrapresa da Vincenzi, definendolo il “re dei proprietari dei chioschi di benzina”.
1 maggio 1933 – Viene convocato da Pozzo per l’Italia B che deve affrontare la Cecoslovacchia.
1 ottobre 1933 – Il Littoriale scrive che nella partita contro la Lazio vinta 2-1 salva addirittura tre volte sulla linea di porta, dopo errori del portierino Alfieri.

Chiuse la carriera con una stagione all’Ambrosiana-Inter e una nell’Alfa Romeo di Milano.
In Napoli-Ambrosiana Inter del 1935 strinse la mano al capitano dei lombardi Giuseppe Meazza anziché fare il saluto fascista e per questo fu ammonito.
Ottenne una presenza in Nazionale il 20 gennaio 1924 in Italia-Austria (0-4).

 

le foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...