Muore il presidente Giorgio Ascarelli

(da riccardocassero.it)

(tratta da riccardocassero.it)

Ad appena 36 anni, muore all’alba del 13 marzo 1930 di peritonite perforante il presidente Giorgio Ascarelli, napoletano della zona Pendino. Abile industriale tessile, di origine ebrea, aveva fatto costruire a proprie spese lo stadio Vesuvio al rione Luzzati. Nel giorno dell’inaugurazione, non fu trovato tra le autorità in tribuna: se n’era andato in un settore di second’ordine a godersi tra la folla quel momento.

I suoi funerali si tengono venticinque giorni dopo l’inaugurazione dello stadio. Il carro funebre percorre l’intera città, da Villa Bice, al civico 169 di Via Posillipo, fino al cimitero ebraico. Le strade vengono chiuse al traffico. La squadra, che si trova in ritiro ad Arese, vicino Milano, si mette in treno il venerdì pomeriggio, partecipa ai funerali il sabato e subito dopo, sempre in treno (in seconda classe) raggiunge di nuovo Milano, dopo una notte scomoda, in tempo per l’incontro col Milan.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...