Napoli-Inter 2-2

Serie A, 26. giornata

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Henrique, Albiol, Koulibaly, Strinic; Inler, David Lopez; Callejon (44′ st Mesto), Hamsik (34′ st Gabbiadini), Mertens (27′ st De Guzman); Higuain. A disp.: Rafael, Colombo, Britos, Jorginho, Zuniga, Ghoulam, Zapata. All.: Benitez.
INTER (4-3-1-2): Handanovic; Santon, Ranocchia, Juan Jesus (38′ st Puscas), D’Ambrosio; Guarin, Medel, Brozovic (19′ st Hernanes); Shaqiri; Palacio, Icardi. A disp.: Carrizo, Andreolli, Kovacic, Podolski, Campagnaro, Vidic, Kuzmanovic, Obi, Dodò, Felipe. All.: Mancini.
Arbitro: Rocchi di Firenze.
Reti: 8′ st Hamsik, 17′ st Higuain, 26 st Palacio, 41′ st Icardi su rigore.
Note: espulso al 40′ st Henrique per doppia ammonizione. Ammoniti Juan Jesus, Mertens, Brozovic, Guarin.

I risultati – Sabato 7 marzo: Milan – Verona 2-2, Sampdoria – Cagliari 2-0; Domenica 8 marzo: Cesena – Palermo 0-0, Chievo – Roma 0-0, Empoli – Genoa 1-1, Parma – Atalanta 0-0, Udinese – Torino 3-2, Napoli – Inter 2-2. Lunedì 9 marzo: Juventus – Sassuolo 1-0, Lazio – Fiorentina 4-0.
Classifica – Juventus 58 punti; Roma 49; Napoli 45; Lazio 43; Fiorentina 42; Sampdoria 42; Genoa e Torino 36; Milan e Inter 35; Palermo 34; Sassuolo e ed Hellas Verona 29; Udinese e Empoli 28; Chievo Verona 25; Atalanta 23; Cagliari 20; Cesena 19; Parma 10 (-1).
Genoa e Udinese con una partita in meno. Parma con due partite in meno.

le immagini

Annunci

Napoli-Inter 1-0

Coppa Italia, quarti di finale

NAPOLI (4-2-3-1): Andujar; Koulibaly, Albiol, Britos, Strinic; Gargano, David Lopez; Callejon (28′ st Mertens), Hamsik (30′ st Gabbiadini), De Guzman 6 (39′ st Ghoulam); Higuain. In panchina: Rafael, Colombo, Jorginho, Maggio, Uvini, Inler, Zapata. Allenatore: Benitez.
INTER (4-3-3): Carrizo; Santon (41′ st Dodò), Ranocchia, Juan Jesus, Nagatomo; Brozovic, Medel, Hernanes (29′ st Guarin); Shaqiri, Icardi, Puscas. In panchina: Handanovic, Berni, Palacio, Kovacic, Podolski, Vidic, Kuzmanovic, Obi, Donkor, Bonazzoli. Allenatore: Mancini.
ARBITRO: Massa di Imperia.
RETI: 48′ st Higuain.
NOTE: serata fredda, terreno in discrete condizioni, spettatori 45mila circa. Espulsi: Ammoniti: Shaqiri, Juan Jesus, Medel, Gargano, Puscas, Ranocchia. Angoli: 6-4 per l’Inter. Recupero: 1′; 4′.

Inter-Napoli 2-2

7. giornata serie A

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Obi (12′ st Mbaye), Hernanes, Medel (36′ st Guarin), Kovacic, Dodò; Palacio (43 ‘st M’Vila), Icardi. In panchina: Carrizo, Berni, Andreolli, Kuzmanovic, Krhin, Bonazzoli. Allenatore: Mazzarri.
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Britos (30′ st Ghoulam), Albiol, Koulibaly, Zuniga; Inler, Lopez; Callejon,
Hamsik (17′ st Jorginho), Insigne (24′ st Mertens); Higuain. In panchina: Andujar, Colombo, Henrique, De Guzman, Maggio, Mesto, Michu, Zapata. Allenatore: Benitez.
ARBITRO: Orsato di Schio.
RETE: 34′ e 45′ st Callejon, 37′ st Guarin, 47′ st Hernanes.
NOTE: serata fresca, terreno in buone condizioni, spettatori 50.000. Ammoniti: Hernanes, Britos, Higuain, Jorginho, Juan Jesus. Espulso al 38′ st Mazzarri. Angoli: 6-4 per l’Inter. Recupero: 1′; 4′.

Sabato 18: Roma-Chievo 3-0, Sassuolo-Juventus 1-1. Domenica 19: Fiorentina-Lazio 0-2, Verona-Milan 1-3, Atalanta-Parma 1-0, Cagliari-Sampdoria 2-2, Torino-Udinese 1-0, Palermo-Cesena 2-1, Inter-Napoli 2-2. Lunedì 20: Genoa-Empoli 1-1.

Classifica: Juventus 19, Roma 18, Sampdoria 15, Milan 14, Udinese 13, Lazio 12, Verona e Napoli 11, Fiorentina Genoa e Inter 9, Torino 8, Atalanta ed Empoli 7, Palermo e Cesena 6, Cagliari 5, Chievo e Sassuolo 4, Parma 3.

Inter-Napoli 2-1

1968-69. Amichevole Inter-Napoli 2-1. Zoff subisce il secondo gol da Corso.

Amichevole a San Siro. L’Inter fa esperimenti. Burgnich stopper e Suarez gioca da libero. Altafini è il migliore del Napoli. Gol di destro di Barison, lui che è mancino. A 3′ dalla fine Zurlini sfiora l’autogol e prende il palo. La Stampa scrive che Sivori non ha giocato in contrasto con Chiappella.

Chiappella: “Avevo ordinato ai miei di non forzare”. Il Corriere della sera scrive di un colloquio Fraizzoli-Fiore per la cessione all’Inter di Panzanato.

Inter: Girardi; Bedin (Burgnich), Poli (Landini); Bertini (Suarez), Burgnich (Poli), Suarez (Cella); Domenghini, Mazzola, Goria, Corso (Bedin), Jair (Vastola).
Napoli: Zoff; Nardin, Micelli, Stenti, Guarneri (Zurlini), Bianchi; Salvi, Juliano (20′ st Montefusco), Nielsen (Altafini), Altafini (Sala), Sala (Barison). All.: Chiappella
ARBITRO: Branzoni
RETI: 13′ Bedin, 20′ Corso, 64′ Barison
NOTE: spettatori 30.000 circa, 30 milioni di incasso

le foto

 

Ambrosiana Inter-Napoli 2-1

Il Napoli raggiunge Milano in treno, partenza alle 18 e 20. Si gioca domenica alle 15 e 30. Cavanna non c’è: si è infortunato alla spalla nell’amichevole con il Catanzaro. Goliardo è stato mandato a Salerno con la squadra B per un test prima del rientro. Gioca Alfieri, che il Littoriale definisce “il portierino minorenne che il Napoli ha saputo pescare non troppo lontano dal Vesuvio, che doveva essere riserva della riserva, e che invece per poco che duri e si affini, potrà aspirare nientemeno che a sostituire Cavanna”. Nel primo quarto d’ora però prende due gol da Meazza, il secondo segnato di testa. Nel secondo tempo è lui a salvare il Napoli da una sconfitta più netta. La Stampa scrive: “Lungi dal lasciarsi impressionare dai tiri scoccati a ripetizione da Meazza e compagni, ha trovato modo di brillare per intuito e per coraggio, compiendo anche dei salvataggi miracolosi che hanno strappato applausi a scena aperta”. Il Corriere della Sera: “Si tratta di un giovanissimo elemento, giocatore sorto da quel vivaio provinciale che sta portando tanti preziosi innesti nel calcio italiano. E’ difficile contare quante volte egli abbia dovuto intervenire per salvare la sua rete, forse una trentina, ma, se non tutte le volte con perfetto stile, sempre con uno scatto felino, una prontezza e un coraggio ammirevoli. A lui spesso è andato l’applauso della folla, che ha riconosciuto il merito e la bravura di questo giovanissimo, che è stato subito battezzato con un appropriato nome di battaglia: la pulce”.

Un palo di Castellazzi. Ventimila spettatori all’Arena. Il Napoli è in ripresa ma resta ultimo in classifica.

Ambrosiana: Ceresoli; Agosteo, Allemandi; Pitto, Faccio, Castellazzi; Frione, Serantoni, Meazza, Demaria, Levratto.
Napoli: Alfieri; Vincenzi, Innocenti; Colombari, Buscaglia, Castello; Visentin, Vojak, Sallustro, Rossetti, Ferraris II;
Arbitro: Mazza di Genova
Reti: p.t. Meazza 10′ e 14′ Vojak 19′

I risultati. Alessandria-Padova 3-0, Ambrosiana-Napoli 2-1, Bologna-Milan 2-1, Brescia-Torino 1-0, Fiorentina-Roma 1-3, Genoa-Triestina 0-1, Juventus-Casale 6-1, Lazio-Pro Vercelli 1-1, Palermo-Livorno 3-2.
Classifica – Ambrosiana-Inter e Triestina 5; Alessandria, Bologna, Brescia, Juventus e Palermo 4; Genoa, Lazio, Padova e Roma 3; Casale, Fiorentina, Milan, Pro Vercelli e Torino 2; Livorno e Napoli 1.

le foto

1933-34. Ambrosiana Inter-Napoli 2-1. Vittorio Alfieri

Ambrosiana Inter-Napoli 3-5

Serie A, 34. e ultima giornata
giovedì 29 giugno

1932-33. Ambrosiana-Napoli 3-5. La Stampa

1932-33. Ambrosiana-Napoli 3-5. La Stampa

1932-33. Ambrosiana Inter-Napoli 3-5.

1932-33. Ambrosiana Inter-Napoli 3-5.

La partita viene posticipata dal 25 al 29 giugno per l’impegno dell’Ambrosiana nell’andata del primo turno di Coppa Europa a Vienna. Ma poiché la domenica successiva l’Inter avrebbe avuto la partita di ritorno, contro il Napoli schiera la squadra riserve, che comprende anche l’ex Mihalic. Il Napoli vince a Milano e raggiunge il Bologna al terzo posto in classifica.

AMBROSIANA INTER
Degani; Gianfardoni, Ballerio; Gruden, Turchi, Demaria II; Coppa, Ponzinibio, Frione I, Mihalic, Mariani. All.: Árpád Weisz.
NAPOLI
Marietti; Vincenzi, Innocenti; Colombari, Buscaglia, Boltri; Benatti, Vojak, Sallustro, Gravisi, Ferraris II. All.: Garbutt.
Arbitro: Gondola di Modena
Reti: nel p.t. Vojak 5′, Mihalic al 40′; nel s.t. Vojak al 4′, Sallustro al 6′, Gravisi al 17′, Frione I al 23′, Turchi al 34′, Ferraris II al 41′

I risultati: (25 giugno) Alessandria – Genoa 3-1, Casale – Milan 0-0, Juventus – Palermo 5-0, Lazio – Fiorentina 0-0, Padova – Torino 3-1, Pro Patria – Bari 2-1, Pro Vercelli – Roma 3-1, Triestina – Bologna 1-0; (29 giugno) Ambrosiana-Napoli 3-5

Classifica finale: Juventus 54; Ambrosiana 46; Bologna e Napoli 42; Fiorentina e Roma 39; Torino 36; Genoa e Triestina 34; Lazio 33; Milan 32; Palermo e Pro Vercelli 29; Alessandria e Padova 28; Casale 24; Bari 22; Pro Patria 21

Napoli-Ambrosiana 3-0

17. giornata serie A
5 febbraio

1932-33. Napoli-Ambrosiana Inter 3-2. La Stampa

1932-33. Napoli-Ambrosiana Inter 3-2. La Stampa

1932-33. Napoli-Ambrosiana 3-0. Il Littoriale

1932-33. Napoli-Ambrosiana 3-0. Il Littoriale

Nell’ultima giornata del girone d’andata, il Napoli si riscatta, torna a vincere e aggancia l’Ambrosiana al terzo posto in classifica, sempre a -4 dalla Juve capolista. Misteriosamente assente Sallustro, pochi giorni prima criticato dal presidente Savarese per la prestazione a Palermo: “Sembrava un cavallo con i paraocchi”. La spiegazione ufficiale parla di influenza. Ma è sempre più forte il malumore intorno al centravanti per la sua relazione sentimentale con la soubrette Lucy d’Albert. Gioca Vojak centravanti. In tribuna c’è Enrico Dodero, ex calciatore del Naples, definito “il più tecnico giocatore che le squadre napoletane abbiano avuto nell’anteguerra e nell’immediato dopoguerra. Dodero critica il “nuovo calcio” e il cambiamento della regola del fuorigioco: “Lo spettatore se ne avvantaggia; ma dal lato tecnico si è largamente perduto…”

NAPOLI
Cavanna; Vincenzi, Innocenti; Colombari, Buscaglia, Boltri; Benatti, Gravisi, Vojak, Ranelli, Ferraris II. All.: Garbutt.
AMBROSIANA
Ceresoli; Ballerio, Allemandi; Rivolta, Turchi, Castellazzi; Visentin, Serantoni, Meazza, Demaria, Levratto. All.: Arpad Weisz.
Arbitro: Turbiani di Ferrara
Reti: nel pt Ranelli 23′, Vojak 35′ e 44′

I risultati: Bari – Pro Patria 2-0, Bologna – Triestina 5-0, Fiorentina – Lazio 3-1, Genoa – Alessandria 2-3, Milan – Casale 3-0, Napoli – Ambrosiana 3-0, Palermo – Juventus 0-2, Roma – Pro Vercelli 2-0, Torino – Padova 4-2

Classifica – Juventus 26; Bologna 24; Ambrosiana e Napoli 22; Roma 21; Torino 20; Fiorentina, Genoa e Padova 18; Milan 17; Pro Vercelli 16; Lazio 15; Alessandria e Triestina 14; Palermo 13; Bari 11; Casale 10; Pro Patria 7.