Napoli-Novara 3-3

Amichevole
2 aprile

1932-33. Napoli-Novara 3-3

1932-33. Napoli-Novara 3-3

1932-33. Napoli-Novara 3-3

1932-33. Napoli-Novara 3-3

Il campionato è fermo per Italia-Svizzera (convocato Colombari, ma non gioca). Il Napoli gioca un’amichevole contro il Novara per presentare i quattro nuovi acquisti arrivati dal Brasile. La società lancia un appello al pubblico perché sia presente. La squadra è convocata per le 11.30 presso il ristorante Falstaff. Scarsa la risposta. Pochi spettatori. Incasso di 25mila lire. In questa circostanza il calciatore fin qui chiamato Antonio Barilotto viene invece ridefinito come Antonio Barlotti. Il Littoriale scrive:
“I quattro acquisti sono stati inferiori all’attesa. Non hanno saputo conquistare senza discussioni l’ammirazione della folla”.

NAPOLI
Marietti; Innocenti (Castello), Santillo; Fontana, Goliardo, Boltri; Ragusa (Benatti), Vojak, Barlotti, Gravisi, Ferraris (Giraud). All.: Garbutt.
NOVARA
Zamberletti, Rabaglio, Checco; Bossati, Barcellini, Ravetta; Rainoldi, Cappellini, Portaluppi, Marchetti, Rizzotti. All.: Mario Meneghetti.
Reti: 8′ pt Vojak, 15′ pt Gravisi, 19′ pt Rizzotti, 26′ pt Vojak, 32′ pt Portaluppi, 10′ st Cappellini.

1932-33. Napoli-Novara 3-3. I quattro nuovi acquisti Ragusa, Santillo, Goliardo, Barlotti

1932-33. Napoli-Novara 3-3. I quattro nuovi acquisti Ragusa, Santillo, Goliardo, Barlotti

Questi invece i giudizi singoli del Littoriale sui quattro:
Goliardo, che era l’uomo su cui maggiormente si sono sbizzarriti i superlativi dei sentimentali, ha avuto una prima mezz’ora di vero campione: poi ha progressivamente rallentato il ritmo del suo gioco fino a scomparire quasi. Goliardo ha messo in mostra un tocco sano, una posizione accurata, un dribbling semplice e redditizio.

In difesa, Santillo – che ha avuto la sfortuna di presentarsi evidentemente emozionato, per cui ha bucato clamorosamente il primo pallone – non ha brillato che solo sul finire. Ricco di mezzi fisici.

Ragusa ha dimostrato di conoscere a fondo il suo dovere di ala rovesciando al centro palloni precisi e sfruttabilissimi.

Il popolare Barlotti si è messo in luce per la sua attività e per una dote affatto spregevole: l’aggressività. Barlotti ha avuto qualche sprazzo entusiasmante ma poi, come Goliardo e il resto della squadra, ha messo molta acqua nel suo vino.

le foto

1932-33. Napoli-Novara 3-3. Il gol di Vojak. Alla sua destra Ragusa

1932-33. Napoli-Novara 3-3. Il gol di Vojak. Alla sua destra Ragusa

Annunci