Roma-Napoli 1-0

Serie A, 29. giornata

Si gioca il sabato di Pasqua, partita alle 12.30 per motivi di ordine pubblico. E’ la prima volta che il Napoli gioca in casa della Roma dopo l’omicidio di Ciro Esposito. Arriva la quarta sconfitta in trasferta consecutiva. Il Napoli crolla al sesto posto. Eppure il Napoli crea più occasioni. Recriminazione per la mancata espulsione di De Rossi al 16′: già ammonito, colpisce la palla con una mano. Rientra Insigne dopo cinque mesi. Bruttissimo il contorno alla partita. La curva Sud esibisce uno striscione contro Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, e una scritta di solidarietà a Daniele De Santis, l’uomo accusato di aver sparato a Ciro il 3 maggio 2014.
Continua a leggere

Napoli-Roma 2-0

10. giornata serie A

Questa presentazione richiede JavaScript.

Dominio totale dal primo minuto. La Roma fa un solo tiro in porta. Per i fatti del 3 maggio, trasferta vietata ai tifosi romanisti. Roma sotto scorta: obbligata ad arrivare in città in areo, dorme nell’hotel più vicino allo stadio per ridurre i rischi al trasferimento in pullman. Tutto fila liscio. Striscioni per Ciro Esposito. Un solo striscione minaccioso in curva B (“Ogni parola è vana… Se occasione ci sarà non avremo pietà”) macchia una giornata tranquilla.

NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; David Lopez (34′ st Inler), Jorginho; Callejon, Hamsik (21′ st Gargano), Insigne (27′ st Mertens); Higuain. In panchina: Andujar, Colombo, Britos, Henrique, Mesto, De Guzman, Radosevic, Michu, Zapata. Allenatore: Benitez
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis (39′ st Ljajic), Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Pjanic, Keita,
Nainggolan; Florenzi (20′ st Iturbe), Totti (20′ st Destro), Gervinho. In panchina: Skorupski, Lobont, Somma, Calabresi, Cole, Emanuelson, De Rossi, Paredes, Uçan, Sanabria. Allenatore: Garcia
RETI: 3′ pt Higuain, 40′ st Callejon
ARBITRO: Tagliavento di Terni
NOTE: spettatori 30.000 circa. Ammoniti: Holebas, Maggio, Florenzi, David Lopez, Nainggolan. Calci d’angolo: 5-5. Recupero tempo: 0′, 5′.

Sabato 1 novembre: Napoli-Roma 2-0, Empoli-Juventus 0-2, Parma-Inter 2-0. Domenica 2 novembre: Chievo-Sassuolo 0-0, Sampdoria-Fiorentina 3-1, Torino-Atalanta 0-0, Udinese-Genoa 2-4, Milan-Palermo. Lunedì 3 novembre: Cesena-Verona 1-1, Lazio-Cagliari.

Classifica: Juventus 25, Roma 22, Sampdoria 19, Napoli Genoa 18, Lazio Milan Udinese 16, Inter 15, Fiorentina Verona 13, Torino 12, Sassuolo 11, Atalanta Cagliari Palermo 9, Cesena Empoli 7, Parma 6, Chievo 4

Roma-Napoli 2-1

38. giornata

ROMA: Lobont, Torosidis (67′ Piris), Burdisso, Castan, Dodò (80′ Perrotta); Bradley, Tachtsidis, Pjanic (76′ Florenzi); Lamela, Marquinho, Destro. A disp.: Goicoechea, Svedkauskas, Romagnoli, Taddei, Lucca, Osvaldo, Lopez. All.: Andreazzoli. 

NAPOLI: Rosati, Rolando, Cannavaro (73′ Calaiò), Britos (53′ Armero); Maggio, Berhami, Dzemaili, Hamsik, Zuniga; Pandev (6′ El Kaddouri), Cavani. A disp.: De Sanctis, Colombo, Gamberini, Grava, Mesto, Inler, Donadel, Radosevic. All.:Mazzarri.

Reti: 47′ Marquinho, 58′ Destro, 84′ Cavani

Arbitro: Banti di Livorno. Assistenti: Passeri e Costanzo. IV uomo: Paganessi. Assistenti di porta: Pinzani e Candussio.

Note: spettatori 32.454 paganti. Ammoniti: Destro (R), Dzemaili, Armero (N). Recupero 3′ pt, 4′ st

Roma-Napoli 2-2

35. giornata

ROMA: Lobont; Rosi, Kjaer, Heinze, Taddei; Pjanic (72′ Pjanic), Gago (79′ Greco), Marquinho; Borini, Totti, Bojan (72′ Simplicio) A disp.: Curci, José Angel, Greco, Simplicio, Perrotta, Piscitella, Tallo. All.: Luis Enrique.

NAPOLI: De Sanctis, Fernandez, Cannavaro, Aronica, Maggio, Inler, Gargano, Dzemaili (50′ Pandev), Zuniga, Hamsik, Cavani (72′ Lavezzi). A disp.: Colombo, Britos, Fideleff, Dossena, Vargas, Lavezzi, Pandev. All.: Mazzarri.

Arbitro: Rizzoli di Bologna. Assistenti Faverani e Stefani. IV uomo Tagliavento

Reti: 40′ Marquinho (R) 48′ Zuniga (N); 67′ Cavani (N), 87′ Simplicio (R)

Ammoniti: Taddei, Gago, Marquinho, Simplicio (R)

Simplicio corre in tribuna ad abbracciare la moglie dopo il gol

Simplicio corre in tribuna ad abbracciare la moglie dopo il gol

Napoli-Roma 0-2

L’edizione 1958 della Coppa Italia fu la prima dopo la sospensione avvenuta durante la guerra, nel 1943. La decisione di far disputare di nuovo la Coppa Italia venne presa a campionato in corso, in quanto si era diffusa la notizia che l’UEFA stava per organizzare un secondo torneo internazionale per club dopo la Coppa dei Campioni, ma riservato ai club vincitori di coppa nazionale, la futura Coppa delle Coppe. In realtà la Coppa delle Coppe iniziò poi nel 1960. Si sfruttò il fatto che il campionato 1957/58 era terminato in leggero anticipo, per consentire eventualmente all’Italia di partecipare alla Coppa del Mondo in Svezia. Alla fine però l’Italia non riuscì a qualificarsi e così le partite di Coppa Italia offrirono un’alternativa agli spettatori che non erano interessati alla contemporanea Coppa del Mondo. Si trattò quindi dell’unica Coppa Italia disputata nell’arco di un anno solare, da giugno a settembre.

Napoli-Roma 1-2

1933-34. Napoli-Roma 1-2. L’ingresso in campo del Napoli.

11. giornata serie A. Seconda sconfitta consecutiva per il Napoli. Infortunio a Vincenzi nei primi minuti. Lussazione alla spalla per Sallustro che si sposta all’ala destra. A sei minuti dalla fine Masetti ha parato a Vojak il rigore del possibile pareggio. In occasione della partita, le ferrovie dello stato hanno concesso la riduzione del 70 per cento del biglietto per il treno in partenza da Roma alle 7.06 con arrivo a Napoli alle 11, e ritorno da Napoli alle 20.35 con arrivo a Roma alle 0.25.

Napoli: Cavanna; Vincenzi, Castello; Colombari, Bedendo, Rivolta; Benatti, Vojak, Sallustro, Rossetti, Buscaglia. All. Garbutt
Roma: Masetti; Pasolini, Bodini II; Callegari, Ferraris IV, Dugoni; Costantino, Scopelli, Tomasi, Bernardini, Guaita. All.: Barbesino
Arbitro: Gonani di Ravenna
Reti: 8′ pt autogol Vincenzi, 61′ Guaita, 66′ Colombari

Espulsi al 35′ Rossetti e Ferraris IV. Spettatori 8.394 per un incasso di 107mila lire.

Continua a leggere

Roma-Napoli 1-1

29. giornata
giovedì 25 maggio

1932-33. Roma-Napoli 1-1. La Stampa

1932-33. Roma-Napoli 1-1. La Stampa

1932-33. Roma-Napoli 1-1. Il Littoriale

1932-33. Roma-Napoli 1-1. Il Littoriale

Turno infrasettimanale di campionato. Rientra Cavanna.

ROMA
Masetti; Pasolini, Bodini II; Ferraris IV, Bernardini, Dugoni; Costantino, Fasanelli, Volk, Scaramelli, Eusebio. All.: Lajos Kovacs.
NAPOLI
Cavanna; Vincenzi, Innocenti; Colombari, Buscaglia, Boltri; Benatti, Vojak, Sallustro, Gravisi, Ferraris II. All.: Garbutt.
Arbitro: Turbiani di Ferrara
Reti: nel p.t. Gravisi al 43′, nel s.t. Fasanelli al 20′

I risultati: Alessandria – Bologna 2-0, Ambrosiana – Juventus 2-2, Casale – Fiorentina 1-0, Genoa – Pro Vercelli 0-2, Padova – Bari 1-2, Pro Patria – Palermo 2-3, Roma – Napoli 1-1, Torino – Milan 0-0, Triestina – Lazio 2-1

Classifica: Juventus 46; Ambrosiana 40; Bologna 37; Roma 36; Napoli 34; Fiorentina e Torino 32; Milan 30; Genoa e Lazio 28; Palermo e Triestina 27; Padova 26; Pro Vercelli 25; Alessandria 23; Casale 19; Bari e Pro Patria 16

le foto

1932-33. Roma-Napoli 1-1. Cavanna esce di pugno su  Fasanelli

1932-33. Roma-Napoli 1-1. Cavanna esce di pugno su Fasanelli

1932-33. Roma-Napoli 1-1. Boltri e Innocenti chiudono su Costantino

1932-33. Roma-Napoli 1-1. Boltri e Innocenti chiudono su Costantino