Vincenzi e Ferraris II con la Nazionale B

1933-34. Italia B-Ungheria B. Ferraris II fa ripartire l’azione

Sosta del campionato per le partite dell’Italia contro l’Ungheria. La Nazionale B pareggia 4-4 a Vercelli con due giocatori del Napoli, Vincenzi e Ferraris II. Un fallo di mani di Vincenzi dà il rigore del 2-0 momentaneo agli ungheresi. Ferraris II si infortuna nel secondo tempo e lascia l’Italia in 10. Il Littoriale scrive: “Vincenzi da quel gagliardo lottatore che è ha rimediato per il meglio, con spostamenti fulminei, ma la foga lo ha in più di una occasione tradito”.

Napoli-Hungaria 1-0

Amichevole
1 gennaio

1932-33. Napoli-Hungaria 1-0. La Stampa

1932-33. Napoli-Hungaria 1-0. La Stampa

1932-33. Napoli-Hungaria 1-0.

1932-33. Napoli-Hungaria 1-0.

Durante la sosta natalizia, il Napoli gioca in amichevole contro l’Hungaria, in quel momento 13 volte campione d’Ungheria e vincitore della Coppa nazionale l’anno prima: in questa stagione arriverà secondo in campionato dietro l’Ujpest. In seguito la squadra sarà nota come Mtk. Uno studente smarrisce la sua tesi di laurea in matematica allo stadio. Il custode Galluccio la ritrova e la consegna al presidente del Napoli, Savarese, che mette un annuncio sui giornali e la riconsegna al proprietario. E’ la prima partita giocata da Antonio Vojak dopo la morte del fratello Oliviero.

Napoli
Cavanna; Vincenzi, Innocenti; Gravisi, Buscaglia, Boltri; Benatti, Sallustro II, Vojak (pt Sallustro), Ranelli, Ferraris. All.: Garbutt.
Hungaria
Szabo; Mandel, Weber; Baratky, Gergli, Szanizlo; Ottavi, Cseh, Kalmar, Spitz, Ticska. All.: Imre Senkey.
Arbitro: Dattilo
Rete: 25′ st Ranelli

le foto

1932-33. Napoli-Hungaria 1-0. Innocenti e il capitano ungherese prima della partita

1932-33. Napoli-Hungaria 1-0. Innocenti e il capitano ungherese prima della partita

1932-33. Napoli-Hungaria. Vojak impegna la difesa

1932-33. Napoli-Hungaria. Vojak impegna la difesa

 

Quattro azzurri in Ungheria

Un'uscita di Cavanna, protetto da Innocenti e Colombari contro l'Ungheria (1931)

Un’uscita di Cavanna, protetto da Innocenti e Colombari contro l’Ungheria (1931)

Quattro calciatori del Napoli sono titolari nell’Italia B che va a vincere in amichevole in Ungheria per 1-0. In campo: Cavanna, Innocenti, Colombari e Vojak. Polemiche alla vigilia perché l’Ungheria schiera ben 6 calciatori della nazionale maggiore.  Pozzo, su La Stampa, definisce Colombari “inesauribile”.

Napoli-Ferencvaros 7-3

Scrive Il Littoriale alla vigilia: “Gli è che il prossimo incontro con gli ungheresi assume per interessamento di folla e per contorno tecnico una importanza tale da preoccupare per le conseguenze che il risultato della partita potrà dare. Sarebbe un vero peccato se il Napoli non potesse allinearsi nella sua migliore formazione perché sarebbe veramente opportuno avere un’idea del distacco che potrà intercorrere fra le due compagini. Distacco che sulla carta dovrebbe essere a favore dei rossi ungheresi. (…) Incontro che farà epoca tanto fanaticamente è sentito.
Il Ferencvaros ha vinto 11 volte il campionato ungherese fino a quel momento, ed è stato due volte secondo negli ultimi due anni. A Napoli è privo del nazionale Marton Bukovi e della stella Jozsef Takacs. Il Napoli gioca senza Sallustro, Roggia e Colombari. Incasso parzialmente devoluto al nido Duchessa delle Puglie.
Le reti: Sedlack (minuto sconosciuto), 18′ pt Innocenti, 35′ pt Vojak, 37′ pt Vojak, (inizio st) Vojak, 14′ st autogol ungherese su tiro di Tansini, 15′ st Toldi, 18′ st Mihalic, 22′ st Tansini, 23′ st Turay