Napoli-Urania Ginevra 6-2

Amichevole
26 dicembre

1932-33. Napoli-Urania 6-2

1932-33. Napoli-Urania 6-2

Cinque giorni dopo la morte di Oliviero Vojak, il Napoli è in campo per un’amichevole contro gli svizzeri dell’Urania Ginevra, reduce nelle ultime quattro stagioni da un secondo posto, due terzi e un quarto. Chiuderà la stagione ’32/33 al quinto. Nel 1988 andrà a giocare per l’Urania, in serie B, il terzino argentino campione del mondo Tarantini.

Sallustro a riposo, Vojak fuori dopo il lutto. Cavanna non gioca: ha fatto l’arbitro poco prima in Napoli C-40° Fanteria (4-0). Al 25′ del pt si infortuna Bedendo (strappo). Nel st il portiere svizzero Marcel Nicollin (sei anni prima una presenza in nazionale) resta negli spogliatoi per infortunio, in porta ci va l’attaccante Jaeggy, autore della doppietta che teneva il punteggio sul 2-2. Il Littoriale scrive che al 35′ del st “Colombari tira cavallerescamente fuori un rigore concesso in seguito ad evidenti mani di un terzino svizzero”. Il gol del 6-2 è di Ferraris, ed è il primo realizzato in maglia azzurra.

Il 1 gennaio 1933 l’Urania gioca un’amichevole contro la Lazio: ma a seguito dell’infortunio di Nicollin schiera in porta il fiumano Marietti ottenuto in prestito per un giorno dal Napoli.

Napoli
Marietti; Vincenzi, Innocenti (40′ pt Castello); Colombari, Bedendo (25′ pt Boltri), Buscaglia; Benatti, Sallustro II, Ferraris (37′ pt Gravisi), Ranelli, Giraud. All.: Garbutt.
Urania Ginevra
Nicollin (1′ st Jaeggy); Wassilief, Wiederkcer; Congain, Cherubini, Stalder; Courtois, Syrvet, Ross, Jaeggy (1′ st Rosso II), Neurly.
Reti: 3′ pt Ranelli, 16′ pt Sallustro II, 35′ pt Jaetty, 40′ pt Jaetty, 2′ st Giraud, 10′ st Ranelli, 27′ st Gravisi, 37′ st Ferraris.

Il Napoli vanta nelle linee di rincalzo tre uomini sui quali può ciecamente contare per le esigenze del campionato: Castello, Ranelli, Giraud.

Egualmente pregevole il quasi debutto di Ranelli, attivo, forte e preciso e decisissimo tiratore in rete.

(Il Littoriale)

le foto

Annunci